Zone Erogene e Come Trovarle

Pubblicato il 22 novembre 2020

Zone Erogene e Come Trovarle | Sexy Gioie

Cosa sono le Zone Erogene?

 

Per zona erogena si intende quella zona del corpo umano che quando viene stimolata determina l’eccitamento sessuale e può produrre risposte come il rilassamento, l'eccitazione e l'orgasmo. Questo è dovuto alla grande quantità di terminazioni nervose che rivestono non solo i tessuti degli organi genitali ma anche ad aree diverse che possono cambiare da individuo a individuo. Per questo ciò che è eccitante per una persona potrebbe non esserlo per un'altra.

Giustamente ognuno ha le sue preferenze ma esistono delle zone erogene che ci accomunano tutti e vengono chiamate "Aree del Piacere". Bocca, capezzoli, clitoride, punto G, pene e ano sono le aree che quando vengono stimolate danno una risposta sensoriale di piacere. Altre aree abbastanza comuni sono il collo, le orecchie, l'interno coscia e i piedi.

Corpo umano stilizzato

 

Come faccio a scoprire quali zone erogene sono più eccitanti per me e per il mio partner?

Bisogna chiarire un concetto prima di lanciarci alla ricerca di quei punti che possono portare il piacere della nostra relazione ad un livello superiore. Il piacere che siamo in grado di provare è in larga parte determinato dal nostro stato mentale. Per questo è importante capire che quando entriamo in contatto con il partner, dobbiamo essere in grado di farlo nel modo più spontaneo e naturale possibile. Questo ci aiuterà a lasciarci andare e trasmetterà al nostro lui/lei dei messaggi di apertura non verbali, quella che possiamo chiamare "l'atmosfera giusta".

Ragazza a letto zone erogene

Una volta creata l'atmosfera il modo più semplice e diretto di scoprire i nostri punti erogeni è l'esplorazione. Si tratta di prendersi del tempo e stimolare il partner in modo diverso e in diverse aree con lo scopo di aumentare e prolungare il piacere. Durante questo processo un'aspetto fondamentale è la comunicazione, verbale o no purché sia sincera, così che il partner capisca quando sta facendo la cosa giusta. D'altronde non avrebbe senso mentire perché il punto non è compiacerlo/a e fargli capire che è bravo/a ma di creare una conoscenza reciproca e un'intesa superiore.

<--Blog

Altri Articoli

0 commenti

Scrivi un commento

Tutti i commenti devono essere verificati prima della pubblicazione